Roccasparvera / Da vedere

Situata nella basse valle lungo le due sponde del fiume Stura, Roccasparvera è raggiungibile abbandonando sulla destra la statale che percorre tutta la valle all'altezza della frazione Beguda di Borgo San Dalmazzo. Documentato dai secoli medievali, il toponimo deriva da Rocha Sparvaria un luogo fortificato che ricordava un nido di sparvieri.
Documentato a partire dell'XI secolo il borgo prevedeva quattro fortezze, alte mura con torri d’avvistamento e un ponte che permetteva l'ingresso all'abitato. Di questo insediamento fortificato resta traccia nella Porta Bolleris o Bourela (XV secolo) che svetta in direzione dell'alta valle arrampicandosi sul crinale alpino. Sulla piazzetta principale si affacciano la tardo-barocca Chiesa Parrocchiale di Sant'Antonio (XVIII secolo), la Confraternita di San Sebastiano (XVIII secolo), il Municipio e una bella fontana-lavatoio del preive di origine medievale legata ad altre interessanti fontane e lavatoi presenti nel comune da un interessante percorso tematico. Poco distante da Porta Bolleris si incontra invece la Cappella della Madonna delle Grazie (1707), con il suo ampio porticato ottocentesco.

ROCCASPARVERA - Palazzo Municipale
Piazza Quattro Martiri, 4 – 12010 Roccasparvera
Tel.: 0171 72933
E-mail: info@remove-this.comune.roccasparvera.cn.it