Vinadio / Da vedere

Situato su di un piano inclinato posto alla confluenza dei valloni di Neraissa, Rio Freddo e Sant'Anna, Vinadio affonda le sue radici in epoca pre-romana, come conferma il toponimo che deriva dal nome dalla tribù dei Veneni.
Antica piazzaforte militare, il paese è caratterizzato per la presenza del Forte Albertino, un'opera architettonica imponente voluta da Carlo Alberto di Savoia nel 1830 per sbarrare la valle e la pianura cuneese ai vicini transalpini e di fatto mai utilizzata per scopi bellici. Sede dell'ufficio turistico, la struttura ospita tra i molti servizi (campeggio, lago balneabile, pista pattinaggi, spazio eventi) l'innovativo Museo Montagna in Movimento che attraverso un affascinante percorso multimediale ripercorre la storia della valle e non solo. Nella parte alta del paese svetta il campanile romanico decorato da due ordini di bifore della Chiesa Parrocchiale di San Fiorenzo (XVII secolo).
Distanti dal capoluogo comunale, ma punti obbligati per una visita sono il Santuario di Sant'Anna di Vinadio e le Terme di Vinadio. Di origine medievale, il santuario (il più alto d'Europa) è raggiungibile percorrendo per 16 km l'affascinante strada panoramica che risale l'omonimo vallone. Note fin dall'antichità, le terme si sviluppano invece nel vallone dei Bagni di Vinadio a circa 10 km dal capoluogo comunale (gli stabilimenti sono in fase di ristrutturazione).

VINADIO - Palazzo Municipale
Via Vittorio Emanuele III, 23 - 12010 Vinadio
Tel.: 0171 959143 – 959354
E-mai: protocollo@remove-this.comune.vinadio.cn.it