Il miele

La Valle Stura possiede un immenso e variegato patrimonio di biodiversità vegetale costituito anche da specie rare ed endemiche. Si tratta di un patrimonio importantissimo che va salvaguardato per permettere all'ambiente naturale di adattarsi ai cambiamenti e contenere il manifestarsi e la diffusione di parassiti e malattie. Questa diversità vive grazie all’aiuto del lavoro delle api, le quali durante la loro ricerca di cibo, il nettare dei fiori, trasportano polline da una pianta all’altra.
Ad interagire con le api sono gli apicoltori che da millenni hanno imparato ad utilizzare il servizio dell'impollinazione raccogliendo miele e cera.
In Valle Stura le pregiate varietà floreali ed arboree autoctone conferiscono al miele delle caratteristiche uniche e inconfondibili offrendo così prodotti eccellenti e di altissima qualità: si va dai classici mieli di acacia, castagno, tarassaco, fino a specie caratteristiche delle zone di alta montagna, quali millefiori, rododendro, lupinella, melata d’abete.